camille claudel_m

Psichica


La malattia psichica si manifesta in tante piccole perversioni.

Bisogna imparare ad individuarle, nascoste fra parole e gesti apparentemente normali.

Dove il significato di normalità assume significanti contorti e aleatori.

Il contatto.

La perdita del contatto e della naturalità provoca alienazione.

E’ lì che avviene la frattura,

ed è lì che si insinua la malattia.

La perdita dell’ unità dilaga in frammenti sparsi di ego deliranti.

Ma quando il godimento ad ingannare persevera,

la follia si discosta dalla comprensione lineare.

Si rimane sospesi, galleggiando,

fluttuando e annaspando.

Ma è malattia poi

quel senso di disagio avvertito

o è piuttosto incapacità di comprendere

ciò che avverti come estraneo

al tuo più intimo sentire.

6 thoughts on “Psichica

    • mmm…questo è un argomento che da sempre suscita in me controversia .. perché molto spesso non credo nella psichiatria .. (ci sarebbe un discorso lunghissimo che ti risparmio)
      ma di tutto il post mi aggrappo “all’incapacità di comprendere”..

  1. Non sei la sola a sentire questo, l’argomento è molto complesso.
    Io non parlo di psichiatria, questa affronta i malesseri, i disagi psichici solo da un punto di vista materiale, corporeo, farmacologico, che troppo spesso sconvolgono ancora di più il delicato equilibrio complesso del nostro essere. Siamo molto di più che semplice chimica pensante, ma questo i così detti camici bianchi tendono a dimenticarlo. E lo stesso vale con l’approccio psicanalitico: solo mente, analisi delle parole e delle frasi, in modo quasi chirurgico. Nell’uno e nell’altro caso manca la connessione con la totalità e la complessità del nostro essere. C’è una terza via, secondo me, quella energetica che spesso riesce ad affrontare il blocco nel suo insieme, bypassando certe tappe troppo analiticamente sofferte. Piano piano l’energia riattiva la circolazione e tu percepisci il cambiamento avvenuto in te, nel tuo nuovo modo di affrontare le situazioni della vita. Qualcosa è cambiato e tu ne avverti l’effetto e arrivi anche alla comprensione della causa che ha scatenato il tutto.
    E’ come l’arte come terapia, essa agisce su di te attraverso la capacità di portare alla luce, mediante l’elaborato creativo e la manipolazione, verità inconsce espresse in simboli. Tutto avviene quasi in modo inconsapevole e non cosciente, ma il risultato, l’effetto, che tu avverti su di te è una liberazione ed un senso di benessere.
    Lo so sono argomenti lunghi e complessi e non è questa la sede giusta per affrontarli, io volevo solo lanciare un sasso nell’acqua e vedere quali onde concentriche sarebbe stato in grado di suscitare.

  2. La via energetico-creativa di cui parli e’ estremamente interessante. Non e’ nemmeno una Vera terapia, non credo sia codificata come tale, io la imagine come una sorta di personale percorso liberatorio verso Le nostre segrete radici universali. Una sorta di ritorno, faticoso a volte, verso il vero sogno di serenita’ dal quale siamo stati partoriti. Mi hai fatto pensare, grazie

    • E infatti non è codificata come terapia, almeno qui da noi, in Italia. In Svizzera, per esempio, è invece considerata tale e le viene riconosciuto credito. Bisogna affrontarla con una persona capace di seguirti, una persona che ti condurrà nel percorso fino ad approdare alla capacità di autoguarigione. La guarigione energetica segue lo studio del sistema energetico umano attraverso i chakra. Ci sono persone capaci di essere loro stessi channeler, ovvero veicolo o canale di guarigione dell’energia (universale), verso gli altri. Una sorta di “ponte”. Non è una religione, tengo a precisarlo. E’ solo un’altra via, antica come la vita, che ci riavvicina di più alla nostra essenza primordiale. Molto è stato scoperto sulla trasmissione energetica, anche ultimamente, dalla scienza, così detta riconosciuta. Questo va detto, per coloro che peccano di scetticismo. Ti insegna all’apertura, in ogni senso, e già questo mi sembra un ottimo presupposto.
      Mi fa piacere che ti abbia interessato lo scambio di parole fra noi,
      un abbraccio
      Alessia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...