donna gravida che dorme nella terra

Sonno ancestrale


Adesso che ho finito la voglia e ho consumato la voce

Adesso posso solo avvertire un tenue lamento di pace

Cullarmi in bilico fra il dire e il non dire

Ma stanca, mi giro a guardare

Parole che scorrono e lasciano impresse

Nel solco, sbavate lumache

Ho sonno e vorrei solo dormire

Ma di un sonno profondo

Che lasci fluire il tempo

Velato di sogni strappati

E mai rimarginati

Hai mai provato a far vibrare l’anima

Un attimo prima del desiderio?

(Non) farlo

Ne sarai stregata

7 thoughts on “Sonno ancestrale

  1. Dondolano, i sogni, appesi a un filo… e il vento li strappa via, ma l’anima, stregata, li cerca, li raccoglie e li ricuce. Ti lascio un saluto, sperando che ti raggiunga, anche nel sonno.

  2. Ciao! Ho nominato il tuo Blog per il ” Versatile Blogger Award.”
    Nessun obbligo, solo apprezzamento per il tuo blog, mi piacciono molto le tue parole e volevo fartelo sapere in qualche modo.
    Anche così🙂
    Pan

    • Grazie Pandora, apprezzo molto!!! Davvero!
      Mi sono informata e dovrei fare un sacco di cose per questo premio, ti dispiace se me lo tengo stretto e me lo vivo solo per me???
      Non sarebbe nello spirito del mio blog, che diciamo è una sorta di spazzatura vomitata delle mie emozioni pulsanti. Preferisco lasciarlo tale.
      Ti abbraccio🙂
      Alessia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...