alan_jaras_01

Dipingere la luce


Lasciami frangere il mio respiro sulle tue gote

come soffio lieve d’incanto.

Ho passeggiato a lungo sotto l’acqua

per sentir scorrere fra i capelli

quelle dita lievi di pioggia,

come carezze, inusuali e delicate,

scivolare giù sulla nuca e percorrere la pelle dietro l’orecchio,

farsi rifugio lì

nell’incavo fra la spalla e la scapola,

come pozza d’acqua solitaria.

Sono scivolati sulle mie mani

quei colori d’arcobaleno lontano,

come in sogno

e ne ho afferrato un raggio scomposto

e per un momento

ho sentito calore fra i brividi

e le mie pupille hanno lumeggiato alquanto

come la biacca nell’acquarello

e l’oro nelle miniature.

Mi è bastato questo

per continuare

a rincorrere la luce.

 

One thought on “Dipingere la luce

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...