images

L’allegra puttana


“….E’ perché esisto io che lui può tornare a casa sapendo di lasciare fuori dalla porta tutte le scorie che ognuno di noi si trascina dietro, fingendo che si tratti di mucchi di ciarpame invisibile agli occhi degli altri….

Noi siamo la colla. Siamo quelle che tengono assieme i pezzi dei matrimoni sgangherati degli altri, che li fanno durare quando un barlume di autocoscienza basterebbe a farli implodere, siamo la valvola della pentola a pressione, lo sfiatatoio del troppo pieno, la messa a terra, un corpo conduttore a potenziale zero.

Non conosciamo l’arte di una tranquilla serenità, ma quella, più intermittente ed effimera, della temporanea assenza di noia.

…..l’allegra puttana che ti resta nel sangue come lo zucchero e di cui senti la mancanza solo tre giorni dopo che se n’è andata.”

Benedetta Cibrario  “Sotto cieli noncuranti”

2 thoughts on “L’allegra puttana

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...